Trucchi di Stile: Skincare

by

Trucchi di Stile: Skincare

Claudia Schiffer, Melanie Griffith, Dustin Hoffman, Kim Novak, Linda Evangelista, Carla Bruni, Johnny Depp, Tina Turner… Queste sono solo alcune delle celebrities che Daniela Arrigoni ha seguito come make up artist nei suoi trent’anni di carriera nel cinema, moda e televisione.

Oggi Daniela Arrigoni ha deciso di dedicarsi alla sua più grande passione: occuparsi di Skincare.

Trucchi di Stile

Che cosa significa Skincare?

Skincare è la cura della pelle cercando di portarla al suo aspetto migliore.

Lo Skincare migliora gli squilibri della pelle secca, reattiva, e riduce i segni dell’età.

L’obiettivo dello Skincare è la pelle perfetta.

La miglior base per il trucco si ottiene con la pelle in buone condizioni. Preparare la pelle al trucco necessita, come primo passo, della detersione.

La cosmetica esiste proprio per questo. Daniela non è assolutista, sceglie prodotti possibilmente bio evitando prodotti non consoni. Non esistono infatti ingredienti direttamente nocivi ma, semmai, non adatti.

Oggi si spende di più per la ricerca cosmetica che per quella farmaceutica (ebbene sì).

 

Come lavora una Skin Specialist?

microscopio

 Daniela si affida a due strumenti fondamentali per il suo lavoro:

1-lampada wood a luce nera: è stata inventata 70 anni fa, la luce sulla pelle cambia colore in base ad eventuali squilibri.

2-microscopio: CPT ovvero calco positivo trasparente, è un calco fatto su una piccola porzione di pelle, viene usata una miscela siliconica atossica sulla quale, una volta asciugata, viene applicata una resina. Quando la resina è seccata viene messa in un vetrino e osservata sotto il microscopio biologico. Da qui si possono rilevare alcuni dati per valutare eventuali deficit di lipidi e di acqua.

L’importanza della lampada wood e del microscopio è quella di fornire allo skin terapist il PRIMA e il DOPO della cute.

trucchi di stile

Che cos’è la Cosmetica?

La cosmetica non dà soluzioni ma serve per riportare la pelle allo stato migliore è per ridurre eventuali disagi dovuti a squilibri (spesso causati dalla cattiva detersione come scrub e saponi e dagli agenti atmosferici).

La pelle è un organo di difesa e dobbiamo immaginarla come un muro perimetrale esterno della nostra casa, per proteggere questo muro di mattoni abbiamo l’intonaco, per la pelle questa, è il famoso film idro acido lipidico e questo intonaco lo possiamo definire come la crema naturale della nostra pelle: NATURAL MOISTURAZING FACTUR.

NMF serve proprio epr evitare le “infiltrazioni” esterne tra i “mattoni” della nostra pelle. Immaginate che questo accada al muro della vostra casa. Per essere in condizioni ottimali e dunque avere la qualità necessaria per difendere la nostra pelle dagli insulti estern, deve avere delle quote di grassi all’80% e di acqua al 20%.

Se questi valori sballano allora si creano i problemi della cute.

Ecco perchè ancora  prima di scegliere qualsiasi crema è importante scegliere il detergente adatto, è inutile acquistare una crema se ogni mattina e sera laviamo la pelle con dei saponi che intaccano l’equilibrio della nostra cute.

La Skin Specialist ha il compito di riequilibrare i valori della cute, ribilanciandoli per poi agire su altri inestetismi fino all’anti-aging.

Una volta riportati i valori della Natural Moisturazing Factur, si può passare alla Cosmetica.

 

Com’è la cute dei bambini?

Fino ai tre anni di età i bambini non hanno la crema naturale, non posseggono la Natural Moisturazing Factur. Infatti fino ai tre anni sarebbe consigliato non utilizzare alcun tipo di sapone ma solo ed esclusivamente oli naturali che non intaccano la cute.

Fino a quell’età, pertanto, i bambini andrebbero lavati una volta alla settimana con olio di mandorla o cocco, che hanno una funzione emolliente.

Come detergere la pelle:

inci-cosmetici

Immaginate di avere un pavimento in legno, il classico parquet. Se iniziate a lavarlo tutti i giorni in breve questo eprderà la sua lucentezza e diventerà via via sempre più opaco. Questo accade perchè lavandolo ogni giorni rimuoviamo la sua protezione.

Le creme in realtà non penetrano ma evaporano rimane quindi una percentuale minima sulla cute, questo non significa che non fanno nulla ci sono cosmetici con inci funzionali che fanno davvero delle meraviglie. Ma per lo stesso motivo ci sono ingredienti che sarebbe meglio evitare in quanto non utili per la pelle e possono impedire un reale miglioramento della cute.

Ecco cosa bisognerebbe evitare nei detergenti:

-NO PARAFFINUM LIQUIDI

-NO SILICONI

-NO TUTTO QUELLO CHE INIZIA PER “SODIUM” E “AMMONIUM LAURIL”

-NO TUTTO CIÒ CHE HA LA DESINENZA CON TH PERCHÈ SONO DERIVATI PETROLCHIMICI, PULISCONO MA PORTANO VIA TUTTA LA PROTEZIONE NATURALE DELLA NOSTRA PELLE IMPOVERENDOLA

 Sono invece adatte:

-per una pelle giovane: detersioni a base di acqua, olio di macadamia, olio di girasole (ad esempio)

-per una pelle secca: detersioni a base innanzitutto di olio, e poi acqua

-per una pelle reattiva e quindi ipersensibile, che si arrossa facilmente: solo ed esclusivamente oli e carotene da applicare con massaggi lievi per non irritare la cute.

Per detergersi correttamente bisogna avere le mani bagnate e massaggiare la pelle delicatamente, poi sciacquare bene e asciugare il viso tamponando e non sfregando la cute. Dopodichè applicate un tonico che ha la funzione di riequilibrare il ph.

Ricordatevi che detergere non significa struccare, e che l’epidermide del viso ha uno spessore di circa 2 millimetri quindi trattiamola con la dovuta cautela!

 

 

Grazie a Daniela Arrigoni per la gentile collaborazione e i preziosi consigli,

Nel prossimo articolo ci spiegherà come Struccarsi!

https://www.facebook.com/daniela.arrigoni.54?fref=ts

2

No Comments Yet.

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.