Il Fior di Cappero

by

Il Fior di Cappero

 

Oggi per la rubrica “Blog Amici” ospitiamo una cara collega: Elisa di Il fior di cappero

 

Chi è “Il fior di cappero” ?

 

Elisa Di Rienzo, una mamma architetto e food (e un po’ travel)-blogger: i fornelli sono, senza dubbio, il mio tavolo da disegno preferito.
Il fior di cappero racconta della mia passione per la cucina, della voglia di sperimentare piatti della tradizione della mia terra e di tutto il mondo, dei miei viaggi e anche della mia professione, nell’attenzione che ricerco alla presentazione del piatto, all’armonia dei colori.

Logo-il-fior-di-cappero-

Il fior di cappero è il luogo dove mi diverto a creare le “contaminazioni” tra queste mie grandi passioni.

 


Quanti anni hai?

Ho 45 anni. Ma me ne sento molto meno e, poiché, me ne danno meno anche gli altri, vuol dire che è proprio così!

 

Quando hai aperto il blog e perché?

Il fior di cappero è nato a fine novembre del 2012, pensando che un blog potesse essere un ottimo modo per riordinare le mie ricette sparse in quaderni e foglietti.
Prima de “Il fior di cappero” non avevo la più pallida idea del mondo della “blog-sfera”.
E per cinque, sei, mesi è stato ancora così: il blog era solo il “mio” quaderno 2.0.

Poi, un giorno, uno dei miei lettori mi scrisse “Mi piaci molto! Puoi mettere qualche pulsante social per poterti seguire?”. Sapevo a mala pena di cosa stesse parlando…
E da lì è cambiato tutto. Mi sono affacciata timidamente su FB, in prima battuta, e mi si è aperto un nuovo mondo fatto di ispirazioni, di consigli, di stimoli, di iniziative, collaborazioni. Ma soprattutto di amicizie. Vere.

Da quel giorno la storia del mio blog, e la mia vita, è cambiata moltissimo!!!

 

Perché il nome Il fior di cappero?

 

È un fiore bellissimo, appariscente ma, allo stesso tempo, elegante. Cresce su rupi, falesie, quindi sa di mare, di lago, di sole.
E, non per ultimo adoro tutti i suoi “frutti”!

 

Di dove sei?

 

Sono di Vicenza e ho sempre vissuto in questa bella cittadina veneta. Ma nelle vene il mio sangue è per metà pugliese.

..mamma di?

Sono mamma di Vittoria, 6 anni e mezzo.


 Stato Civile?

 

Sono felicemente sposata. Festeggeremo i 18 anni di matrimonio il prossimo luglio.


Cosa fai nella vita a parte la blogger?

Ho lavorato per moltissimi anni come consulente per un’importante azienda di arredamento, nell’area di ricerca&sviluppo e marketing.
Dopo un paio di anni dalla nascita di Vittoria ho avuto il coraggio di dare una svolta, sostenuta ovviamente da mio marito, rinunciando a molto e rimettendomi in gioco, con un lavoro “tutto mio” che mi permettesse una maggior flessibilità, per poter riuscire a dedicare più tempo anche a nostra figlia. Tempo che io ritengo preziosissimo per lei e anche per noi come famiglia.
Con due colleghe ho iniziato un’attività di Home-relooking e Home staging, e poi, grazie al blog, ho iniziato ad avere sempre più molte collaborazioni, progetti, principalmente, come food writer, food-photographer e food-reporter.
Organizzo, inoltre, corsi di cucina e sull’“arte del ricevere”, argomento che mi piace moltissimo e spero di sviluppare sempre più.
Ecco… a distanza di qualche anno credo di aver sbagliato qualcosa!!!
Sicuramente mi sono creata un’attività che mi permette flessibilità… ma allo stesso tempo non so più cosa sia il “tempo libero”!!! Ma va benissimo così!

 

La cosa più bella da quando sei diventata mamma?

 

Non mi vedevo mamma, tanto che ho fatto la sposina per oltre 10 anni! Ma poi, come per tutte le cose, arriva il momento e Vittoria è sicuramente il mio più bel risultato!
Difficilissimo dire quale sia la cosa più bella…
Vittoria ha senza dubbio completato la mia vita e tutto il quotidiano, vissuto con lei, diventa ogni giorno più splendido.

E poi quando ti corre incontro per darti un abbraccio…

 

La cosa più brutta da quando sei diventata mamma?

 

Faccio veramente fatica a rispondere a questa domanda. Forse mi ritrovo più spesso a chiedermi quale sarà il futuro di questo Mondo, augurandomi per lei che ce ne sia uno migliore!
Pensandoci bene c’è una cosa “brutta”… ero abbonata al cineforum da vent’anni… ma da sei non lo rinnovo più!

 

Che mamma blogger sei?

 

Il blog è innanzitutto il mio hobby, dove scrivo, fotografo, con passione, delle mie passioni. Mia figlia partecipa spesso alla realizzazione delle ricette, è una validissima aiutante, poi assaggia e critica in maniera molto costruttiva.
Per ogni ricetta, per ogni ingrediente c’è sempre molto da raccontare e io cerco di farlo sempre nei miei articoli e, quindi, anche con lei. Credo che sia un arricchimento molto importante e io lo constato già dalla curiosità che lei ha nella ricerca di nuovi sapori e cucine diverse.

La sezione travel, poi, è il diario di viaggio della nostra famiglia, quindi racconto di vacanze, di weekend, di gite fatte anche a dimensione dei bambini.

 

Stai tanto tempo al computer o al tel quando sei con i tuoi figli?

 

Sto al computer tantissime ore, ma quasi sempre quando Vittoria è a scuola o a dormire. Con il telefono è molto più difficile.
Cerco di usarlo il meno possibile in sua presenza, cerco di impormelo, ma non è facile. Oramai ruota tutto/troppo intorno al telefono… il lavoro, il blog, ma anche una qualsiasi informazione che io abbia bisogno la cerco lì… nel telefono.

Io tento di darmi degli orari, per il lavoro almeno, ma ora si è raggiungibili e ritracciabili sempre, se poi lavori da casa, ancora di più!

 

Quanto tempo dedichi al tuo blog?

 

Ci dedico molto tempo e ci dedico tutto il tempo “libero” che ho a disposizione. Ce ne vuole molto a realizzare un articolo ben fatto, dall’ideazione, alla realizzazione della ricetta, alle fotografie e poi alla stesura del post, la ricerca delle informazioni… e i social e i commenti e le mail dei lettori, a cui io rispondo sempre. Ma è una passione e come tale non mi pesa per nulla, anzi.

 

Di alle mamme perché dovrebbero seguire il tuo Blog:

 

Nel mio blog si trovano ricette per una cucina sana, stagionale, consapevole, di qualità e creativa.
Ma sono ricette che qualsiasi mamma alle prese con la vita frenetica di tutti i giorni, come me, possono tranquillamente rifare.

E poi si viaggia nel mondo… dei sapori, e non solo!

“Lo sai perché mi piace cucinare?” “No, perché?” “Perché dopo una giornata in cui niente è sicuro, e quando dico niente voglio dire n-i-e-n-t-e, una torna a casa e sa con certezza che aggiungendo al cioccolato rossi d’uovo, zucchero e latte l’impasto si addensa: è un tale conforto!”
(Meryl Streep , dal film “Julie & Julia”)

 

M. Elisa Di Rienzo

ilfiordicappero@gmail.com

www.ilfiordicappero.com

2
1 Response

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.