Coronavirus, tutta la verità da Singapore

by

Coronavirus, tutta la verità da Singapore

 

Sono settimane che lascio parlare tutti. 

I telegiornali, i miei cari lontani, amici più o meno vicini, insomma chi più chi meno state tutti dicendo la vostra. A intervalli più o meno regolari tra un outfit di Sanremo e qualche Oscar vi siete espressi tutti più o meno bene.

Mentre noi siamo qui, dall’altro capo del mondo, increduli e scioccati per quello che sta succedendo in questo paese che amiamo (l’Asia eh).

Singapore e il Coronavirus

 

Ci sono un po’ di precisazioni che vorrei fare la prima su tutte: Singapore non è in Cina, Singapore è una città stato a se stante che sta combattendo in maniera assolutamente autonoma questo male che sta portando tutti alla realtà.

Perché i virus non si combattono facendo più punti giocando a Super Mario Bros ne tanto meno con i soldi. I virus colpiscono tutti, non guardano in faccia a nessuno e non c’è azienda, famiglia o cognome che tenga. 

 

I virus se ne fregano, attaccano e basta.

 

Coronavirus: non tutte le mandorle sono cinesi

 

Mi sento in dovere di chiarire anche un’altra cosa. Ci sono molte persone al mondo con gli occhi a mandorla e ciò non significa che siano tutti cinesi.

Gli asiatici sono tanti, l’Asia se vi va di guardare un attimo il mappamondo potrete constatare che è un continente ampio e vasto formato da vari “paesi”.

Asia

 

Pertanto, se incontrate una persona con gli occhi a mandorla invece di sputargli in faccia domandatevi da dove viene e se magari (dico magari) è davvero proveniente dalla Cina perché magari invece di uno sputo merita umanità perché sicuramente avrà qualcuno a casa in mezzo alla tragedia che stiamo vedendo tutti alla Tv.

Coronavirus, il potere della comunicazione

 

Io sto soffrendo e anche tanto, e non perché ho paura del virus ma perché ho seriamente paura dell’umanità (o non umanità) che vedo in televisione, sui social media, che leggo sui giornali online e offline. E io ho la fortuna di scrivere queste parole da Singapore che è stra sicura e ha la fortuna di avere chi la protegge come si deve.

Da anni lavoro nella comunicazione in vari ambiti e oggi più che mai tocco con mano il potere di questo mezzo che se fatto nel modo sbagliato può gettare il panico a livelli incalcolabili. Un articolo di giornale sbagliato, un titolo scritto male, un’immagine posta nella maniera sbagliata o pubblicata sul canale sbagliato può creare danni davvero irrimediabili.

Potrei mettere qui di seguito vari e svariati link ma evito per motivi professionali.

Fermatevi, leggete bene, verificate le fonti e soprattutto ricordatevi di essere umani prima di ogni altra cosa.

Siamo piccini di fronte all’esistenza e ci atteggiamo da fighetti solo perché abbiamo l’ultimo modello di iPhone e pensiamo di poter controllare il mondo quando invece poi arriva un virus infinitamente piccolo ma estremamente potente. Ma ricordatevi che di fronte alla vita, alla morte, alle malattie, li si che siamo tutti indistintamente uguali.

Io sono in Asia, mi sento più a casa qui che altrove e faccio il tifo per questo paese e la sua gente.

Singapore PM Lee

If you wanna read Pm Lee’s speech to his population CLICK HERE

1
No tags 0 Comments 1

No Comments Yet.

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.