Carissima nipote…

by

Carissima nipote…

Sarebbe stato mio desiderio rispondere subito alla tua cara lettera dove mi scrivi delle cose stupende che mi hanno commossa.

 

Certo, per valutare e amare le persone bisogna starci insieme.

 

Io ho avuto modo di capire quanto tu sia buona e generosa nei miei riguardi, di questo ti sono molto grata.

I giorni trascorsi con voi al mare sono stati meravigliosi, una consolazione sapermi cosí amorevolmente assistita nel mio deficit di persona …. “anziana”.

Di questo debbo ringraziare la mia cara figlia Renata, che è stata veramente un tesoro di affetto figliale. Anzi approffitto di questa mia per esternarle tutta la mia riconoscenza.

 

Carissima nipote…

Ieri hai cominciato a frequentare la tua nuova scuola. Io vorrei tanto che ti trovassi bene e in un ambiente degno della educazione e del rispetto che ti sono stati dati dai tuoi genitori. Certo è difficile e purtroppo la scuola non offre tutto ciò. Ma tu oramai sei grande e giudiziosa e saprai cavartela benissimo.

 

Cerca di capire anche gli altri che sono diversi da te.

Soprattutto cerca di non fare pesare a casa ogni piccola controversia. Sono più che certa che saprai cavartela benissimo, “da sola”.

Ti prego stai vicino alla tua mamma, ubbidisci a papà e cerca di avere pazienza con la tua sorellina.

Dalla nonna Tina che ti vuole tanto bene.

 

Genova, 21 Settembre 1999

 

Carissima Nonna…

Ti rispondo cosí, perchè forse da qualche parte nell’universo ci sarai e mi leggerai, chi lo sa, mi piace pensarlo. Sono trascorsi molti anni da questo nostro scambio epistolare e purtroppo non posso ricordare che cosa ti avevo scritto.

La vita mi ha fatto trovare questa tua lettera in mezzo a un vecchio libro di scuola che stavo per buttare via durante il trasloco. Incredibile come le cose che mi hai scritto allora siano ancora cosí attuali. Grazie per avermele ricordate, fa sempre bene!

Certo, per valutare e amare le persone bisogna starci insieme.

Quanto è vero, oggi più che mai non si ha mai tempo di stare con le persone e di conoscerle!

Purtroppo te ne sei andata presto, troppo presto per vedere i tanti errori che ho fatto, ci fossi stata anche tu probabilmente sarebbe stato diverso o forse non sarebbe cambiato nulla, sono sempre la solita testa dura, ahimè.

Ma tra tutti questi errori ho fatto anche tante cose belle, una su tutte, Alma. Ti piacerebbe ne sono sicura.

Sono più che certa che saprai cavartela benissimo, “da sola”.

Chi lo sa se quando mi hai scritto questa frase, dentro di te immaginavi quello che mi sarebbe aspettato! Comunque, posso dirti che sí, me lo so cavare da sola! Non è facile ma buon sangue non mente e te lo dico con il sorriso.

Carissima Nonna…

Questa lettera mi ha riportato alla mente quei giorni trascorsi al mare, eravamo state bene davvero. Mi ricordo ancora tutto, con gli occhi della ragazzina che ero. Mi ricordo di te che la mattina ti mettevi quella vestaglietta estiva di lino color menta, mi ricordo del tuo odore, a volte mi sembra di sentirlo per la strada quando incrocio qualche signora anziana ma poi nessuno è lo stesso odore tuo. Ma me lo ricordo. È ancora lí nel mio naso e nel mio cuore. Mi ricordo della tua collana d’oro con quel ciondolo che ti si incastrava sempre tra i tuoi seni grandi, mi ricordo del tuo affanno costante per l’asma che non ti lasciava mai e mi ricordo di quando mi addormentavo la sera con te seduta sul letto a fianco al mio che sussurravi il rosario con una dolcezza infinita.

Mi ricordo di te nonna.

 

Carissima nipote...

Ciao nonna, ti voglio tanto bene anche io.

Genova, 6 Marzo 2017

 

7
1 Response

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.