Buonanotte Fiorellino…maaaaagari!!!!

by

Buonanotte Fiorellino…maaaaagari!!!!

Quante volte prima di diventare mamme ci si dice “ah io non saró mai così o cosà, ah io non urleró mai ai miei figli, ah io non faró mai questo o quello”..!

Mai dire mai.

L’unadinotte.

Mi fermo solo adesso dopo una giornata di lavoro milanese. Oggi mi sono sparata mille km tra Genova, Milano e dintorni. Ho fatto pipì solo poco fa dopo 12 ore. Mi dimentico persino di farla.

Insomma giornata da dimenticare e poi arrivi a casa e lei giustamente vuole giocare e tu nemmeno ti levi la giacca e le scarpe che sei già sdraiata sul tappetone morta distrutta con lei che tira fuori ogni ben di dio dal cesto dei giochi.. E poi non vuole mettersi il pigiama, la insegui per tutta casa, ceni con lei seduta in braccio che anche se ha già cenato vuole riassaggiare tutto quello che mangi tu (quindi alla fine non ceni) poi finalmente la metti nel lettone per provare a farla dormire e lei no, smonta i cuscini, mette a nanna diecimilavolte tutti i pupazzi della stanza, ti salta sulla pancia (sulla vescica ovviamente perchè tanto la pipì non sei riuscita ancora a farla) ti tira calci e pugni saltando nel letto e intanto l’orologio va avanti… le nove, le dieci, le dieci e mezza, le undici, le undici e mezza, alle undiciequarantanove parte l’urlo isterico

“Ora bastaaaaaaaaaaaaaaaa!”

 

E lei nella luce soffusa della camera da letto spalanca quei suoi occhioni e inizia a piangere lacrimoni. Piange e mi abbraccia. E il mio cuore in un nano secondo si sgretola in milleuno pezzettini perchè la sgrido e lei cosa fa? Mi abbraccia. Mi abbraccia come dire “ma io volevo solo stare con te che sei stata via tutto il giorno” e io mi sento sempre più cacca.

Piango anche io. Ci stringiamo forte forte e lei appoggia la testa sul mio cuore e mi posa la manina sulla mia.
“Nanna”.

Ed ecco che magicamente la pipì che tanto mi scappava sparisce nel nulla e do sfogo a un pianto liberatorio per buttare fuori lo smog, il grigio, il traffico di Milano e tutte quelle corse che un tempo mi sembravano questione di vita o di morte e adesso… Adesso mi faccio pena perchè mi rendo conto che il lavoro non è la cosa più importante del mondo e che ogni secondo passato lontano da lei non ha senso.

Scusa, Alma.

Ti è toccata una mamma stressata che peró ce la sta mettendo tutta.

 

Follow me on Instagram @mybabyalma

5
No tags 2 Comments 5
2 Responses
  • Nicole
    Ottobre 18, 2016

    Grazie. A nome di tutte quelle mamme che si sparano km e tornano trafelate, sudate, con il mal di testa perché per fare prima non hanno mangiato. E poi stirano, stendono, fanno partire la lavastoviglie con Alma, o Camilla, o Vittoria, o Gaia in braccio. E loro,le piccole, aspettano, pazienti un nostro cenno. E le mamme sempre di corsa, però poi, alla, fine, ce la fanno. Davvero Grazie, perché quel pianto per me vuol dire tanto, vuol dire che non sono l’unica.

    • Martina
      Ottobre 18, 2016

      Una volta una persona mi ha detto: “quando sarai mamma non ti sentirai mai più sola”. Beh oggi posso dire che no, non è vero assolutamente. Per assurdo da mamma ho vissuto alcuni momenti dove mi sono sentita la più sola nell’universo (vedi ieri sera). Grazie a te per il bellissimo messaggio di conforto <3

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.