Blu Jeans

by

Qualche mese fa ho passato alcuni giorni a Roma e un mattino, passeggiando per il quartiere Garbatella, mi sono imbattuta in molte opere dello street artist Blu.

Mi era capitato di vedere qualcosa di suo a Firenze e a Bologna molti anni fa, ma poca roba rispetto a quello che ho potuto ammirare sulle facciate dei palazzi di Garbatella.

Mi sono sentita molto fortunata visto che proprio a Marzo scorso, l’artista ha cancellato nel Bolognese vent ‘anni di sue opere, come segno di protesta contro la mercificazione e privatizzazione di una creatività che deve restare a disposizione della società senza scopo di lucro.

Ed ecco il perchè della mia foto. Quello che vedete alle mie spalle è un muro del Buridda, centro sociale genovese chiuso da qualche anno perchè considerato inagibile.

Dopo il mio soggiorno romano e quello che avevo letto sulla vicenda di Blu nel Bolognese mi sono messa alla ricerca di qualche sua opera in Liguria e ho scoperto che proprio a 5 minuti di macchina da casa mia, al Buridda, c’era qualcosa di suo. Dalla strada si può ancora vedere quel che rimane di una meravigliosa parete che oggi purtroppo è molto deteriorata, ma poco più in là, nel retro dell’edificio, nascosto dagli alberi, c’è una parete di Blu ancora intatta.

 

04-2016_stefano-goldberg-per-martina-calabresi-blog-pubblicata
Non a caso in questa foto indosso un paio di 505, un modello che Levi’s ha appena rilanciato direttamente dagli anni ’70 dove questi jeans sono stati protagonisti della scena punk della New York di quegli anni in cui writers, artisti pop, scrittori e rock star li indossavano dopo averli personalizzati a modo loro.

I 505 sono stati i jeans simbolo delle controculture e sono diventati popolari in un’epoca artistica senza pari.

Strappato, disegnato, maltrattato, i 505 dal 1967 sono stati il fit più popolare sia per l’uomo sia per la donna poichè grazie al denim rigido e alla gamba stretta sono adatti a qualsiasi tipo di fisico.

 

11-2016_stefano-goldberg-per-martina-calabresi-blog-pubblicata
I jeans che porto nella foto sono i 505 “C” che sta per Customized ovvero una versione moderna e customizzata dei 505 degli anni ’70.

 

28-2016_stefano-goldberg-per-martina-calabresi-blog-pubblicata
Che cosa cambia dai 505 originali? La gamba ha un fit leggermente più stretto del modello originale, per dare al jeans un fit slim perfetto.
Follow me on Instagram @mybabyalma

Che cosa indosso:
Felpa e Jeans Levi’s
Scarpe Asics

Fotografo Stefano Goldberg

14
No tags 7 Comments 14
7 Responses
  • Chiara
    Ottobre 4, 2016

    Dove posso trovare questi jeans?

    • Martina Calabresi
      Ottobre 8, 2016

      Ciao Chiara qui trovi il link con tutti i negozi Levi’s
      http://www.levi.com/IT/it_IT/findAStore

      Rispondo anche alle ragazze che mi hanno scritto in privato su Genova potete trovarli presso La Rinascente e Coin! ?

  • Linda
    Ottobre 4, 2016

    Ciao! Belli i jeans, sai anche per caso se li facciano di altri colori? Grazie!

    • Martina Calabresi
      Ottobre 8, 2016

      ciao! sí certo li fanno anche di altri colori 🙂

  • Chiara
    Ottobre 12, 2016

    Ciao Marty, stupenda location e anche questi jeans storici!!!
    Chiara http://www.shesinfashionblog.com

    • MyBabyAlma
      Ottobre 13, 2016

      grazie Chiara 🙂

  • Johng298
    Dicembre 14, 2016

    Excellent post. I was checking continuously this blog and I’m impressed! Very useful info particularly the last part cbfgcakedded

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.