Andrà tutto bene

by

C’è nessuno?

È da tanto che non scrivo. Ho fatto tante bozze ma sono tutte rimaste lì. Mai come in questo periodo ho avuto il problema di condividere quello che penso. È che la situazione non è facile e appena si espone una qualsiasi opinione si è subito messi al muro quindi grazie ma anche no punto e a capo.

Ci provo.

Non ho la minima intenzione di esprimermi ne sul virus ne sui vari governi. Vi parlerò di me, di noi, e di quello che stiamo vivendo qui.

 

Perché leggo e sento di tutto ma delle persone non si parla più.

 

Da qualche mese è come se ci avessero messo in un grande acquario noi piccoli Nemo in mezzo a tanti grandi pesci colorati che nuotano ognuno in una direzione diversa.

E la fuori, la fuori c’è un mondo che va avanti alla velocità della luce senza curarsi di noi piccolo acquario in un angolo della stanza.

Dall’esterno sembriamo bellissimi vero? Noi pesciolini piccolini e tutti colorati in mezzo ai pesci tropicali e ai loro meravigliosi colori. Acqua sassi alghe, un ambiente meravigliosamente calibrato.

Ma non è tutto oro quello che luccica.

 

I confini dell’acquario si fa presto a conoscerli e l’acqua dopo un po’ è sempre la stessa i filtri non bastano. Il cibo scarseggia e i grandi mangiano velocemente buona parte di ciò che arriva. Passano i giorni e si alza la tensione. E fuori? Fuori hanno da fare sono sempre di corsa e per loro siamo solo un acquario bellissimo pieno di pesci che nuotano felici.

Ma non è così.

Sento una distanza enorme e incolmabile non geografica ma umana. Mi sento sola come non mi è mai successo nella vita ma non per affetto che non mi manca ma per l’incomprensione che provo di fronte ad ogni foto di gente al mare o in un pub o un articolo di giornale con politici che fanno più ridere dei comici e gente che intasa le proprie bacheche di questa roba qua.

E al di là di questo sono io la prima che ha sposato la causa “social” anni fa e non rinnego tutte le cose buone che mi ha portato la realtà digitale ma ho il vomito di polemiche sulla Ferragni perché porta gente nei musei italiani, ma davvero è un problema una che vi riempie i musei?!?! E la cosa brutta è che se non lo avesse fatto sarebbe stata comunque problema, quindi?! 

 

Andrà tutto bene

 

Parliamo poi delle facce piallate al mare o in montagna nella vostra #estateitaliana che fino all’altro ieri se agosto non si faceva dall’altra parte del globo era da sfigati perché la riviera o il salento andavano bene nei week end ma ad agosto si devono fare almeno 14 ore di volo se no non si è “cool”.

Quest’estate invece no, l’estate italiana è super cool massa di celebro lesi solo perché vi hanno obbligato a starci!!!

Insomma io non riesco proprio a vedere un futuro positivo in tutta questa falsità e indigestione di ego anzi sono seriamente preoccupata!

E adesso ditemi che sono invidiosa, perché piuttosto che fermarvi a PENSARE è molto più facile non accettare il punto di vista altrui e continuare a scrivere vomitoni sulla propria vita fantastica piena di soldi e felicità, bei posti e tanto cibo. Caspita come vi volete tutti bene la vita è merdavigliosa!!! 

Bene, io una cosa la so dopo questi mesi passati quaggiù a guardare tutto questo, sono letteralmente disgustata.

Sono stufa di vedere angoli di casa che nemmeno nella migliore rivista di arredamento, stufa di vedere pelli perfette, outfit da passerella che costano un occhio della testa stufa di tutta questa falsità.

Stufa dell’ #estateitaliana o del #staycation …!

Il mondo sta precipitando e ogni paese sta facendo i conti con tutti gli errori nostri e fatti ancora prima di noi, davvero la preoccupazione principale sono i musei riempiti da una blogger o mettere una cavolo di mascherina?

Non so voi ma il sonno lo perdo per ben altro come il futuro che vorrei lasciare a mia figlia su questo pianeta (per fare solo un esempio).

Ci risentiamo tra qualche mese…

 

0
No tags 0 Comments 0

No Comments Yet.

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.