#2016

by

“La musica è finita, gli amici se ne vanno..” cantava la Vanoni…ebbene sí ce l’abbiamo fatta, il primo Natale è andato!

Le emozioni del primo Natale sono uniche e irripetibili, ci si dimentica di fare alcuni regali, la testa è proprio altrove, si esce per comprare un regalo per qualcuno e si finisce per prendere qualcosa per il proprio bambino, la testa è li, solo e sempre per loro, per far sí che il primo Natale sia davvero unico e stupendo! Il Natale già di per se è un periodo intenso, l’anno da chiudere, la nuova agenda già alla mano, arrivi, partenze, bilanci da fare, tutto per affrontare al meglio l’anno nuovo in arrivo, ma il Primo Natale da neomamma penso sia il più speciale!

Siamo sopravvissute a cene, aperitivi, merende, riunioni di famiglia o di vecchi amici, e tutto doppio, tutto a Milano e tutto a Genova perchè cosí nessuno si offende!

Alma ha visto più gente e più cose in questi 15 giorni che nei suoi primi nove mesi di vita! I parenti, gli amici, quelli che ci sono sempre e quelli che vivono oltre oceano, le luci, i monti, i regali da scartare, gli alberi di natale, la prima neve!!

Sono le ventidueecinquantaquattro e la prima giornata di lavoro post-vacanze di Natale è finita.

Lei,

dorme.

Durante queste vacanze tutte le regole e tutti gli equilibri sono stati spazzati via in un battibaleno.

Uscire di casa tutte e due pronte vestite in ordine e soprattutto puntuali è un impresa, sei riuscita a farle il bagnetto e ce l’hai li davanti, bellissima, pettinata, profumata, con l’abitino rosso di quelli bon ton che piacciono tanto alle nonne e alle zie, la sacca pronta, i giochi pronti, è tutto pronto: TRANNE TE.

La cena è alle otto, mancano pochi minuti, lei è una principessa e tu sei ancora in tuta che ti devi lavare, vestire, devi chiudere la casa e uscire.

Ma ce la farai.

E quando finalmente sei li con passeggino, bambina, regali, panettone, chiavi di casa in mano pronta a chiuderti alle spalle la porta di casa….ecco che senti “quell’odore”, Lui, Quello, Inconfondibile: è sempre cosí, quando stai per uscire, loro fanno la cacca, è un equazione matematica.

Finalmente arrivi alla cena…c’è la zia che appena ti distrai le fa assaggiare il vino, il cuginetto che le caccia un mega panino in bocca (vaglielo a spiegare che anche se ha qualche dente non è ancora brava a masticare i paninetti piccoli rotondi stile Big Babol), il parente che entra in stanza urlando “auguriiiii” e lei si sveglia dopo che avevi fatto mosse roccambolesche per farla addormentare nonostante il delirio, bambini con le mani sporche di qualsiasi cosa che la toccano e tu, neomamma, soffri tantissimo in silenzio perchè non puoi dire niente o meglio, vorresti tantissimo urlare “No! non le toccare le manine o la faccina con quelle mani sporche” ma non puoi farlo e poi pensi che “quel che non ammazza, ingrassa” e tanto tra qualche anno sarà proprio tua figlia a toccare un altro neonato con le mani sporche e allora tutto passa..!

Ho fatto e disfatto più valigie e sacchi-gioco in questi 15 giorni che negli ultimi 9 mesi, ma è andato tutto liscio! Abbiamo mangiato tutto e abbiamo visto tutti.

Oggi siamo tornate alla normalità, le vacanze sono finite e si riparte, si riparte con le valigie da disfare, una bella pila di roba da lavare, la casa da sistemare e la cucina ancora piena di ricchi premi e cotillons che saranno lunghi da smaltire.. c’è ancora un panettone sul tavolo che è stato rimbalzato a destra e a sinistra per tutte le vacanze e mi sa che alla fine me lo mangerò io domani per colazione!

Buon inizio anno!

 

0
No tags 0 Comments 0

No Comments Yet.

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.