Come affrontare un trasloco quando ci sono dei bambini.

by

Come affrontare un trasloco quando ci sono dei bambini.

Noi non ci facciamo mancare niente e abbiamo fatto il nostro primo trasloco.
Per me è il dodicesimo, non perchè sia patita di case ma per il semplice fatto che prima di diventare mamma ho viaggiato molto per lavoro.

Per l’ultimo trasloco ero incinta di otto mesi e vi assicuro che già quello mi era sembrato un’epopea, anche perchè la casa in cui vivevo a Milano era al quarto piano senza ascensore. Ovviamente dopo tutte quelle scale (anche se ero aiutata ne ho fatte parecchie lo stesso) ero stata due giorni a letto morta distrutta.

Ma ora mi rendo conto della diversità… Finchè stanno nella pancia è faticoso ma non come quando sono “fuori”. Questi giorni sono stati una vera e propria impresa!

Come organizzare un trasloco con dei bambini:

Io ho preparato le prime scatole di cose superflue la sera, quando Alma dormiva, e ogni volta che andavo nella nuova casa ne portavo già qualcuna. Ricordatevi una cosa fondamentale: scrivete sempre e dico sempre il contenuto delle scatole altrimenti poi impazzite per davvero!!! Io qualche volta me ne sono dimenticata e c’è poi da diventar matti!

Se riuscite buttate via le cose che non vi servono! Io da sempre ho una regola: se una cosa non la uso ma soprattutto non la metto da due anni (soprattutto per i vestiti) è il momento di farla uscire da casa!

È un buon sistema, fidatevi.

Come  si affronta il grande giorno?

Non fate come me che a volte penso di essere wonderwoman e poi impazzisco. Vi consiglio vivamente di spedire i bambini con parenti o qualcuno di fiducia che ve li tenga fuori da casa (ma non troppo) perchè nel bordello generale finisce che sclerate voi e sclerano loro. L’importante è garantirgli i loro orari di sonno/pisolini e i pasti. Io ho avuto la fortuna di avere qualcuno vicino alla casa nuova che mi ha ospitata per i pasti nelle 24 ore di no-cucina! Avere una succursale in questi casi è molto importante.

Mettere a posto:

 

Da cosa iniziare? Per prima cosa credo che lo spazio dei bambini abbia la precedenza su qualsiasi altra cosa; per loro è importante avere i punti di riferimento della vecchia casa. Tenete a portata di mano i loro giochi preferiti, vi garantiranno serenità durante la burrasc

Come comunicare con i bambini.

Il trasloco non deve essere una sorpresa, anche se sono piccoli capiscono tutto già prima. Tenete sempre al primo posto il dialogo e anche se ci sarà qualche intoppo loro capiranno. Fateli anche partecipare alla sistemazione delle loro cose, vestitini e giochi. È faticoso, lo so, ma vi assicuro che è un bene che vedano “il viaggio” che hanno fatto le loro cose!

Dopotutto sono delle personcine anche loro e hanno già gusti e preferenze. Vi piacerebbe ritrovare le vostre cose sistemate da qualcun altro in una casa nuova?

Io impazzirei!

1
No tags 0 Comments 1

No Comments Yet.

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.