Rigoletto: un capolavoro di Do

by martedì, 5 dicembre, 2017

Rigoletto: un capolavoro di Do

Continua la stagione al Teatro Carlo Felice di Genova con Rigoletto, il capolavoro di Giuseppe Verdi che andrà in scena domani sera alle 20:30 presso il Teatro genovese.

 

Rigoletto è un’opera che fa tremare i polsi perché molto complicata sotto tutti i punti di vista. È un’opera scolpita nella parola che si apre con la citazione

 

“Quel vecchio maledivami!”

 

Quest’ombra di maledizione che incombe su Rigoletto per tutta l’opera è la chiave di lettura per capire e valorizzare l’opera.

Importantissimo è il rapporto di Rigoletto con tutti gli altri personaggi, prima di tutti il rapporto padre-figlia.

58 duca di mantova ( antonio gandia ) maddalena ( a. boldyreva )

Verdi è stato un genio della musica e ha creato relazioni tra Rigoletto e i personaggi disegnando una grande sfaccettatura da buffone a uomo che soffre a uomo padre poiché nell’opera Rigoletto esprime una grande emozione e affetto proprio verso la figlia.

Verdi tra i compositori (per esempio Puccini con cui è in antitesi) riesce a congelare e dilatare tutto quello che sta accadendo sul palcoscenico.

 

55 gilda ( maria mudryak ) rigoletto ( leo nucci )

“Zitti zitti” nella vita reale sarebbe della durata di pochi secondi invece Verdi congela e dilata il momento con la sua musica, rendendo zitti zitti un momento ampliato e quindi impressionante.

 

La musica di Verdi amplifica l’emozione di quel momento rendendola una vera e propria opera d’arte.

 

rigoletto

Un capolavoro di Do

46 gilda ( maria mudryak )

 

La nota di inizio di quest’opera è il do. Da questa nota centrale Verdi sviluppa tutta la sua opera. Dal do infatti partono tutte le arie.

Gilda in questo caso è interpretata da Maria Mudryack che si esprime entusiasta di interpretare Rigoletto nel teatro in cui ha debuttato.

Ci proporrà una Gilda pura innocente ma allo stesso tempo molto forte. Ha un forte istinto materno nei confronti del padre poiché lo consola e lo sostiene nei momenti difficili grazie al suo animo forte.

Questo Rigoletto si presenterà forte di una regia firmata da Rolando Panerai, ex baritono con un ruolo non indifferente nella storia dell’opera, regia  rafforzata inoltre da un direttore d’orchestra d’eccezione, Francesco Ivan Ciampa, e un cast di altissimo livello per entrambi i turni!

 

Per informazioni e prenotazioni consultate il sito del Teatro Carlo Felice

Post scritto in collaborazione con il Tetaro Carlo Felice di Genova.

Foto Marcello Orselli

0
No tags 0 Comments 0

No Comments Yet.

What do you think?

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *