Ricette dal Cuore: Il pesto della nonna Tina

by domenica, 15 aprile, 2018

Ricette dal Cuore: Il pesto della nonna Tina

 

Beh, ci sembrava ovvio partire dal pesto, no?

 

Ecco la ricetta del pesto di nostra nonna, ovviamente ce ne sono mille versioni ma noi a casa lo facciamo da sempre così.

Piccoli consigli

La scelta degli ingredienti per fare il pesto è una scelta che va fatta molto accuratamente!

Non tutto il basilico è uguale e purtroppo quello che si dice è vero, appena si esce dalla Liguria il basilico prende un sapore leggermente mento-lato.

Beh, si può togliere, basta sbollentarlo un secondo prima di tritarlo con il resto!

Ma veniamo a noi, il basilico se potete sceglietelo profumato, con le foglie piccole che renderanno il gusto più saporito ma allo stesso tempo delicato.

Se proprio vogliamo essere pignole (e noi lo siamo) il basilico per il pesto “vero” è quello di Prà!

Ricette dal Cuore- Il pesto della nonna Tina

È un basilico che viene coltivato proprio in quella zona e da sempre considerato il migliore!

Il basilico va lavato dolcemente, mai lasciato in ammollo altrimenti perde gli oli essenziali che lo caratterizzano e mi raccomando tamponatelo sempre in un canovaccio dopo averlo lavato.

Il basilico va pulito bene per il pesto, state attente a togliere tutti i gambi altrimenti diventerà amaro.

Ovviamente anche l’aglio va scelto con cura, la tradizione vuole l’Aglio di Vessalico, un presidio slow food della Liguria, questo tipo di aglio viene coltivato ad Albenga.

Ricordatevi che l’aglio fresco è meno pungente, potete quindi usarne anche una quantità maggiore. Se l’aglio è più “stagionato” moderate la quantità perché risulterà più aggressivo al palato (e non solo ahah).

Ricordatevi di rimuovere sempre l’anima che lo rende poco digeribile, per l’aglio “vecchio” c’è un trucco per renderlo meno forte, la sera prima di fare il pesto pulitelo bene, togliete l’anima, e mettetelo a bagno in un bicchiere di latte. In questo modo toglierete il sapore aggressivo.

Per quanto riguarda la frutta secca il Pesto si fa con i pinoli.

Niente noci, nocciole o simili. Il vero pesto si fa con i pinoli!

Lo sappiamo che i pinoli costano molto, soprattutto quelli italiani, ma per il pesto ne bastano davvero pochi!

Sul formaggio ci sono varie versioni, sicuramente ci vuole il Parmigiano Reggiano ma molti ci mettono anche il pecorino. Noi a casa non abbiamo mai fatto la variante con il pecorino.

 

Infine, ultimo ingrediente, ma non meno importante, l’olio extra vergine di oliva.

Ovviamente, se è della nostra terra, è meglio!

Ingredienti

Ricette dal Cuore- Il pesto della nonna Tina-1

80 grammi di basilico

80 grammi di pinoli

80 grammi parmigiano reggiano

olio evo (extra vergine di oliva) QB

Sale QB

Come fare il pesto

 

Immagino che non tutte abbiano a disposizione un vero mortaio in marmo e un pestello quindi vi diremo la ricetta da fare con il frullatore.

Se volete sapere quale usiamo noi, da anni siamo tutte “Bimby Addicted”. Ricordatevi di mettere il boccale in frigo la sera prima di fare il pesto.

Ricette dal Cuore- Il pesto della nonna Tina-3

Tritate bene i pinoli con l’aglio, aggiungete un filo di olio evo finché questi ingredienti non diventano cremosi.

Aggiungete poi il basilico lavato e ben asciugato, frullate sempre fino a ottenere una crema. Se riuscite aggiungete piano piano olio evo.

Infine il parmigiano grattugiato e un pizzico di sale.

Ricordatevi il sale perché altrimenti il pesto diventa nero oltre che restare insipido!

 

Il pesto è ottimo anche per i bambini, potete conservarlo in frigorifero in un barattolo di vetro ben chiuso per qualche giorno, altrimenti noi usiamo fare dei barattolini monodose da surgelare, sono molto comodi soprattutto durante la settimana che non si ha tempo per cucinare!

 

Buon appettito!

Martina e Giovanna

1
No tags 0 Comments 1

No Comments Yet.

What do you think?

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *