Nel blu dipinto di blu: una domenica all’Acquario di Genova

by lunedì, 13 marzo, 2017

Nel blu dipinto di blu: una domenica all’Acquario di Genova

Ho sempre pensato che il giorno che avessi avuto dei figli mai e poi mai li avrei portati a vedere l’Acquario di domenica.

Invece mi sbagliavo di grosso.

Il segreto per visitare l’Acquario di Genova in tranquillità anche di domenica c’è ed è molto semplice: bisogna andarci dopo le 16, quando i croceristi se ne tornano verso casa!

La mia esperienza all’Acquario

mammaallacquario

Oggi sono tornata all’Acquario di Genova in qualità di mamma e devo dire che l’ho visitato con molto piacere, perchè in passato ho avuto modo di “frequentare” l’Acquario per lavoro. Mi direte, per lavoro? Ma non fai la stylist? come hai fatto a lavorare all’Acquario?

Se state pensando che sia andata a vestire i pesci vi sbagliate di grosso ahahah, a quello non sono ancora arrivata! Ma ho avuto il piacere di lavorare per due produzioni ambientate proprio lì.

acquariominime

Nel 2009 ho lavorato come Costumista per le riprese di Apnea, una serie televisiva di cinque puntate per Fox Crime. Avevamo girato sei settimane in notturna all’interno dell’Acquario e ho potuto vedere ogni angolo più nascosto della struttura. Vi assicuro che tutto funziona come un orologio svizzero, gli animali sono davvero tenuti bene, le strutture vengono pulite regolarmente e il cibo con cui vengono nutriti gli “ospiti” è di qualità. Ho visto all’opera biologi, veterinari, guardie… Ogni persona che ho incontrato in quelle notti aveva un compito ben preciso e, primo su tutti: il rispetto per le creature ospitate nell’acquario.

Mi ricordo che una notte,  mentre attraversavo il piano degli squali, ho incontrato un gruppo di bimbi che si apprestava a dormire in piccole brandine ai piedi della grande vasca. Non dimenticherò quell’immagine surreale, chiesi al ragazzo dell’acquario che mi scortava in giro per la struttura durante le riprese:

“Ma cosa fanno? dormono qui?”

E lui mi rispose: “Sì! È la notte con gli Squali, ospitiamo gruppi di bambini dai 7 agli 11 anni che fanno l’esperienza di dormire sotto la vasca degli squali dopo aver fatto la visita notturna dell’Acquario!”

Va da sé che in quel momento avrei tanto voluto avere sette anni!

La mia seconda esperienza lavorativa all’Acquario è più recente, si tratta dell’anno scorso, quando mi hanno chiamata come costumista per il loro spot pubblicitario (che trovate qui di seguito e che vi invito a vedere), inutile dire che lavorare a casa è sempre un piacere e che anche se è stata un’esperienza di una sola giornata mi ha “rinfrescato” i ricordi di quella precedente!

Amo il mio lavoro anche per questo motivo, perchè spesso mi porta a vedere cose che nella normalità non potrei conoscere!

Perchè andare all’Acquario di Genova

Perchè va bene per tutti, grandi e piccini, è impossibile annoiarsi!

Si può scegliere il percorso guidato oppure, come ho fatto io, la visita libera (Alma è ancora troppo piccola per la visita guidata).

Il percorso, anche se seguito liberamente, è tutto ben designato da cartelli e frecce, per carrozzine e passeggini ci sono passerelle e ascensori, in tutto l’Acquario non c’è da fare un solo scalino!

I bagni hanno tutti il “Baby Corner”.

babycorner

La Struttura

L’Acquario di Genova è stato inaugurato nel 1992 in occasione delle Colombiadi, ossia della Expo celebrativa del cinquecentesimo anniversario della scoperta dell’America.

La progettazione della struttura e dell’area limitrofa è dell’architetto Renzo Piano, l’allestimento degli interni è stato curato dall’architetto Peter Chermayeff.

Dal 1992 ad oggi, l’Acquario di Genova è stato ampliato a più riprese, oggi è il più grande acquario italiano, il secondo in Europa, dopo quello di Valencia, in Spagna, e il nono nel mondo.

acquariodigenova

L’Acquario di Genova è l’Acquario con la più ricca esposizione di biodiversità acquatica in tutta Europa. Il percorso espositivo mostra oltre 70 ambienti e circa 12.000 esemplari di 600 specie, provenienti da tutti i mari del mondo. Da quelle rare come i lamantini, mammiferi marini che hanno dato origine al mito delle sirene, a quelle più note come i delfini; dai pinguini, ai grandi predatori del mare: gli squali. E poi meduse, foche e coloratissimi pesci tropicali.
acquario

L’importanza dell’Acquario di Genova è che, a differenza di molti altri Acquari, ha come scopo principale non solo quello didattico ma anche quello conservativo, infatti nella sua struttura non sono presenti solo animali nati in cattività ma ci sono molti esemplari che sono stati salvati in mare aperto e poi trasferiti lì poichè non più in grado di reinserirsi in natura. Io credo che questo non sia un elemento da sottovalutare!

 

 

Le regole dell’Acquario

vasca

Per visitare l’Acquario di Genova ci sono alcune regole da rispettare che sono molto importanti. La prima su tutte è che NON BISOGNA SCATTARE FOTO CON IL FLASH. Sì, perchè gli animali vengono notevolmente disturbati dal flash e per alcuni può essere addirittura letale. Le vasche dei mammiferi per esempio hanno le luci tarate come la luce del giorno proprio perchè sono mammiferi e hanno il ritmi cadenzato della notte e del giorno, quindi se visitate le loro vasche al crepuscolo EVITATE ASSOLUTAMENTE DI SCATTARE FOTO CON IL FLASH perchè non avete idea del danno che potete causare a uno squalo o a un delfino. Capisco che vogliate portare a casa una bella foto, ma vi assicuro che se ne possono di fare di ottime anche senza il flash!

 

Dove si trova l’Acquario e come si può raggiungere

L’Acquario di Genova è aperto 365 giorni all’anno e si trova a Ponte Spinola, nel cinquecentesco porto antico di Genova.

Se siete in auto: uscita Genova Ovest, direzione Centro; percorrere Via Milano, Via Gramsci. Prima del sottopasso svoltare a destra per il parcheggio Acquario di Genova.

Se siete in treno: Stazione Genova Principe, da li scendete a piedi in Via Gramsci, sono 10 minuti a piedi.

Sul sito dell’Acquario di Genova potete trovare tutte le informazioni necessarie per pianificare la vostra visita, ci sono inoltre pacchetti disponibili convenzionati con altre strutture.

 

http://www.acquariodigenova.it/

 

Ringrazio l’ufficio stampa dell’Acquario di Genova per la gentile collaborazione!

 

Foto Credits:

Felpe, Octopus Brand

Passeggino, Bugaboo Cameleon3

 

 

3

No Comments Yet.

What do you think?

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *