Inconvenienti estivi: rimedi e consigli

by domenica, 30 luglio, 2017

Inconvenienti estivi: rimedi e consigli

 

Molte di voi saranno già in vacanza, altre staranno facendo la valigia, alcune magari restano in città… poco cambia.

Che voi siate al mare, in montagna o in città, non potete sfuggire agli inconvenienti estivi! In questo articolo vi darò qualche dritta per prevenirli.

 

Vaginiti e candidosi

 

Normalmente la flora batterica vaginale e i tessuti uterini sono più sensibili durante la gravidanza e l’allattamento e potrebbero verificarsi episodi di candidosi o vaginiti batteriche; infatti durante l’estate se si va al mare si usano i costumi da bagno che essendo prevalentemente di fibre sintetiche favoriscono questo tipo di fastidi. Il costume da bagno umido è la cosa peggiore per i batteri ed i funghi , sarebbe quindi buona norma riuscire a cambiarsi dopo il bagno (specialmente se si e in piscina).

Per prevenire e curare in maniera naturale questi piccoli ma noiosissimi disturbi, consiglio di utilizzare l’olio essenziale di tea treemelaleuca alternifolia Cheel. Due o tre gocce vanno diluite nel detergente intimo che si usa comunemente almeno una volta al giorno; si possono inoltre fare  delle “lavande” casalinghe facendo bollire un po’ d’acqua, aggiungendo tre-quattro gocce di tea tree oil  e tramite un irrigatore fare dei lavaggi interni. L’azione antibatterica, antifungina e rinfrescante è assicurata!!

Gravidanza e Allattamento

Per le donne che sono a fine gravidanza o che stanno già allattando, l’estate può essere fastidiosa poiché la pelle del capezzolo è molto sensibile ed estremamente delicata pertanto è facile incorrere in irritazioni, arrossamenti e ragadi. Anche i tessuti di reggiseni e costumi –spesso in alta percentuale di fibra sintetica- concorrono all’insorgere di piccole scocciature. Si possono utilizzare creme con effetto emolliente anche a scopo preventivo. Per esempio la nostra crema “mamma & bimbo” – a base di oli vegetali ricchi di vitamina A e vitamina E – favorisce l’elasticità e la morbidezza della pelle.  L’uso di una Crema a base di calendula (almeno il 10%) aiuta a risolvere irritazione, prurito ed arrossamento.

Se invece ci sono degli ingorghi o infiammazioni più serie, consiglio degli impacchi a base di Argilla verde ventilata. Basta scioglierla con un pochino d’acqua per farla diventare come una crema, spalmarla sul seno e avvolgersi con del cellophane (esistono in commercio anche creme già pronte a base di argilla, comode e pronte all’uso)… Che immagine sexy vero? Vi assicuro però che anche per il principio di mastite è un rimedio ottimo!

L’argilla ventilata non ha alcun tipo di interazione sull’allattamento, gli impacchi possono essere fatti ogni volta che si vuole e hanno un’azione fortemente anti-infiammatoria poiché diminuiscono proprio il “calore” che si crea nei tessuti del seno.

 

Le macchie solari

Un altro inconveniente molto comune per le donne in dolce attesa e per le neo mamme è la comparsa di macchie solari con l’esposizione al sole. Queste macchie compaiono per lo scompenso ormonale che noi donne abbiamo durante la gravidanza e l’allattamento. Il consiglio migliore che posso darvi è di prevenirle usando protezioni solari molto alte, soprattutto sul viso e sul décolleté che sono le zone maggiormente sensibili. Vi sconsiglio l’uso di creme troppo grasse (normalmente le creme ad alta protezione hanno una texture ricca per poter resistere al sudore e ai frequenti bagni in mare) l’inconveniente è che possano tappare i pori rischiando di creare una cattiva traspirazione e quindi la comparsa di eritemi e piccole pustolette rosse assai pruriginose.

 

Fate quindi molta attenzione ad acquistare creme solari “oil free” e dry-touch che assicurano sempre un’altissima protezione ma possono essere liberamente spalmate su viso e décolleté senza incorrere nella comparsa di eritemi solari.

 

I prodotti che vengono utilizzati per prevenire le macchie solari contengono dei principi attivi con una forte azione anti-ossidante, come: resveratrolo, viniferina , polifenoli (nei preparati ad uso esterno tipo creme e sieri) o B-carotene, zinco, vitamine C ed E (negli integratori da assumere per bocca) tutti completamente naturali. Il mio consiglio è di iniziare a prendere gli integratori almeno 15 giorni prima dell’esposizione al sole e di utilizzare come base alla crema solare un siero che contenga uno o più di questi principi attivi. Il siero ha sia un’azione schiarente sulle macchie già esistenti, sia un’azione preventiva sulla formazione di nuove macchie brune -molto antiestetiche- sulla cute.

Vi posso assicurare che questi accorgimenti se usati in maniera costante funzionano!

 

Le scottature solari

Altro inconveniente estivo da non sottovalutare!

Mamme e bambini quando si espongono al sole sono ad altissimo rischio di arrossamenti e scottature, nel caso dovesse succedere è molto utile utilizzare prodotti a base di estratti di calendula, genziana, iperico e ortica. Normalmente si usano preparati con formule “soft” in modo da idratare e sfiammare la pelle e allo stesso tempo non ingrassarla troppo e farla traspirare; queste preparazioni normalmente leniscono gli arrossamenti ed evitano il progresso dell’eritema. Ovviamente se la scottatura è rilevante il mio consiglio è quello di farsi vedere da un farmacista o da un medico e farsi consigliare il prodotto migliore a seconda della situazione.

 

Ora sapete cosa mettere in valigia,

Buone vacanze!

 

Dottoressa Giovanna Roncati

Post scritto in collaborazione con la Farmacia del Castello

 

0
No tags 0 Comments 0

No Comments Yet.

What do you think?

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *