Il sapore di tornare a casa

by domenica, 7 gennaio, 2018

Il sapore di tornare a casa

 

Abbiamo festeggiato, starnutito, bevuto e mangiato a dovere.

Ed eccola lì, che torna quella nostalgia di fine vacanze. Quella sensazione che non so voi, ma io me la porto dietro da sempre, dai tempi della scuola. Quella nostalgia che ti viene ancora prima che tutto finisca. Le persone che sono con te non le hai ancora salutate che già ti mancano. Ti manca già il tempo che non potrai passare con loro, ti manca poter dire oggi non faccio niente rimando tutto a domani tanto sono in vacanza.

Ti manca già non dover mettere la sveglia, non dover pensare agli incastri da fare, a cosa cucinare, a quando lavorare.

 

È difficile da spiegare che cos’è che ti manca, ti manca e basta, qualcosa.

 

Un tempo era la nostalgia del tornare a scuola e non avere più tutto quel tempo con mamma e papà. Oggi è la stessa nostalgia ma da mamma.

Da lunedì le giornate saranno lunghe al lavoro e fino a sera non potrò vedere Alma. È così, è la vita, ma non so se mai mi ci abituerò. O meglio, è dura i primi giorni poi si riprende il ritmo ma quando si è lontani dai propri bambini non si può mai essere felici al 100%, mancherà sempre qualcosa.

Mancano loro.

Perché anche se a volte ci sfiniscono con le domande e la loro voglia di giocare quando poi non ci sono ti mancano.

E a me Alma manca già, ecco. Mi manca perché cresce a vista d’occhio, mi manca perché se sto lontana da lei 3 giorni quando torno dice un sacco di parole nuove e mi rendo conto di quanto cresce ogni giorno.

Mi manca perché è alta come una bambina di 5 anni ma ha lo sguardo di una di due e mezzo.

Mi manca perché a volte vorrei chiederle cosa fare, ma non posso perché non può capirmi. Mi manca perché il tempo vola e quello che passo con lei non mi sembra mai abbastanza.

Domani sarà il lunedì più importante dell’anno.

È il lunedì del nuovo inizio di un 2018 tanto aspettato e desiderato da tanti.

Perché ogni anno si spera che sia meglio, ogni anno si crede di poter fare cose migliori per se e per gli altri.

Ogni anno ci si crede ancora che possa accadere quella magia che tutti desideriamo.

 

Non so quale sia la vostra speranza, io vorrei soltanto che tutte le cose si incastrassero magicamente per darmi un pochino di serenità.

 

E forse, la cosa più importante, riuscire a vivere ogni giorno come fosse l’ultimo senza rimandare nulla, soprattutto dire ti voglio bene alle persone che amiamo anche se a volte ci fanno arrabbiare.

Buon anno.

0
No tags 0 Comments 0

No Comments Yet.

What do you think?

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *