Di quella volta che di una tragedia ne ho fatto un’opportunità..

by giovedì, 18 ottobre, 2018

Di quella volta che di una tragedia ne ho fatto un’opportunità..

Ho sempre guardato con ammirazione quel tipo di donne che hanno la vita apparentemente perfetta.
Quel tipo di persone che vivono nel loro cerchio dove sanno perfettamente dove è stato il loro inizio e dove sarà la loro fine.
Pensavo che anche per me sarebbe stato così e invece no. Io mi costruisco giorno per giorno e non so mai dove andrò a finire. O almeno ci provo eh ma mi riesce un po’ difficile perché la vita (forse anche per mio volere) mi presenta sempre sorprese sorpresissime.
Quel tipo di sorprese che li per li ti fanno un po’ sprofondare nello sconforto quel tipo di sorprese che sembrano un po’ una tragedia.
Soprattutto agli occhi degli altri e vaglielo a spiegare che invece per te non è così.

Che sorpresa!

Negli ultimi anni mi sono successe molte cose e anche se tutto è partito da un “tragico” test di gravidanza positivo posato sulla lavatrice del mio bagno. Beh oggi posso dirlo.
Da quella “tragica sorpresa” sono nate cose meravigliose, è nata Alma, sono nata io.
Ho cambiato strada, ho saltato, e l’ho fatto da sola, nel buio, giù dal dirupo.
E ho saltato proprio in quella direzione che mai avrei pensato eppure, eppure li in fondo c’era la luce più bella e pura che mai avrei immaginato.
Sto parlando di Alma ora ma potrei farvi anche altri esempi.
Spesso sento le persone lamentarsi, dire che hanno problemi, o ancor peggio, sento i giudizi, che brutta cosa. Essere giudicanti credo sia il difetto peggiore che si possa avere verso il prossimo perchè solo vivendole le situazioni si può sapere come ci saremmo comportati noi!
Ci sono tanti momenti difficili nella vita di noi tutti ma è proprio da questi che arrivano le cose più belle, perché inaspettate.
Perché avere un’opportunità è già il regalo più bello che la vita possa farci.
1
No tags 0 Comments 1

No Comments Yet.

What do you think?

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *