Arriva il caldo: ecco come prevenire l’insufficienza venosa

by martedì, 15 maggio, 2018

Chi mi conosce un pochino oramai sa quanto la prevenzione sia importante per me:

prevenire significa non nascondere la testa sotto la sabbia ed affrontare eventuali problemi di salute – diagnosticati per tempo-  in maniera serena e meno preoccupata.

 

Come prevenire

Esistono oramai moltissimi esami semplici e per nulla invasivi che sono in grado di mostrarci il grado di SALUTE -qui sta la vera differenza non il grado di MALATTIA – del nostro organismo.
In questa stagione (se il caldo ci facesse il piacere di arrivare finalmente!) uno tra quelli che consiglio di fare è l’esame dell’insufficienza venosa.

La circolazione delle nostre gambe è molto importante e assolutamente da non sottovalutare!

Ci sono molti segnali che possono essere ricondotti ad una cattiva circolazione: gambe gonfie e dolenti, pesantezza, sensazione di bruciore, crampi e prurito alle gambe, capillari e vene in evidenza. Non sono da sottovalutare fattori e situazione predisponenti: l’uso di alcuni farmaci (cortisone, pillola anticoncezionale, ormoni tiroidei) fattori tipo familiarità, ereditarietà, gravidanza, stitichezza, sovrappeso e professioni statiche in cui si sta molto in piedi o molto seduti.

Che cosa è l’insufficienza venosa?

 

È una condizione patologica più o meno grave dovuta ad un difficoltoso ritorno del sangue verso il cuore.
Le complicanze più frequenti sono: cellulite, flebite, ulcere cutanee e rischio di ischemia.
Dopo aver fatto un primo screening si possono utilizzare dei rimedi immediati: correzione delle abitudini alimentari (bere molto, mangiare alimenti con principi antiossidanti tipo frutta e verdura) e dello stile di vita (diminuire o meglio eliminare il fumo, fare movimento fisico);
utilizzo di calze elastiche a compressione, applicazione di creme e gel con azione stimolante della circolazione e protettiva dei capillari ed infine uso di integratori liquidi o in compresse (a base di: vitamina C, meliloti, rusco, ippocastano, vite rossa, centella) che favoriscano il ripristino della circolazione venosa e del microcircolo, donando sollievo alle gambe pesanti.

Quali sono i test?

Un primo test di screening può essere la pletismografia: vengono applicati due sensori ai polpacci e viene richiesto di fare dei movimenti regolari con le gambe. I sensori sono in grado di calcolare il tempo di riempimento e svuotamento delle vene delle gambe. Questo dato viene incrociato con parametri specifici di ogni persona – peso,età,altezza – quindi si ottiene in pochi minuti e in maniera non invasiva un risultato che da indicazione della salute delle nostre gambe!

 

Martedí 22 Maggio vi aspetto in Farmacia per un esame di misurazione della circolazione venosa, dura 10 minuti e costa 20 euro.

Prenotatevi chiamando in Farmacia allo 0108392810

Vi aspetto!

 

Dottoressa Giovanna Roncati

Post scritto in collaborazione con la Farmacia del Castello

0
No tags 0 Comments 0

No Comments Yet.

What do you think?

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *