C’era una volta un amore…

by giovedì, 11 ottobre, 2018

C’era una volta un amore…

È da tanto che non scrivo, mi avete scritto voi, in moltissime. È che quando si scrive di pancia come faccio io è inevitabile incappare in quei periodi dove si vorrebbero scrivere così tante cose che alla fine non si scrive più niente. Questo perché a volte è meglio ascoltarsi prima di dire qualcosa agli altri.
Mi sono accorta che a rotazione la vita mi propone sempre la stessa storia e a sto giro ho deciso di cambiare il finale, voi che dite?
Cenerentola perde la scarpetta, Biancaneve mangia la mela avvelenata, Alice si perde nel paese delle meraviglie, Aurora si punge con il fuso e dorme per anni… e vissero tutti felici e contenti dopo una serie di sfighe inenarrabili.
Insomma questo principe ce lo hanno sempre fatto sudare assai ma dopo tutto è sempre riuscito a salvare la sua principessa.

Vissero felici e contenti, e poi?

Grazie Walt, grazie per aver rovinato noi tutte con i tuoi “c’era una volta” e “vissero felici e contenti”.
Sono queste le storie che hanno creato le aspettative di noi tutte. Noi figlie degli anni ’80 che entriamo nella casa di un uomo e non resistiamo a sistemargli la cucina, a fargli il polpettone, a stirargli una camicia.
Noi che dopo la prima notte ci aspettiamo un “buongiorno amore” e non ammettiamo errori di alcun tipo. Noi che siamo nate principesse ed entriamo nella vita dell’altro a gamba tesa pretendendo di cancellare ex storiche, migliori amici, e perché no, addirittura nei casi estremi anche le mamme (suocere).
Perché Walt Disney, beautiful e sex and the city ci hanno fatto crescere con una realtà assurda. Perché per essere felici non bisogna viaggiare sullo stesso binario bensì viaggiare insieme su binari paralleli.
Si può essere felici condividendo la stessa meta, tu sul tuo binario e io sul mio. Senza incrociarsi se non per un attimo e soprattutto senza calpestarsi.
Mantenere la propria identità e quindi la propria libertà è il vero amore.
Perché questo amore non è perfetto. Sbaglia e fa delle cazzate pazzesche ma alla fine torna sempre più forte di prima. Il vero amore ammette i suoi errori e ti chiede scusa. Il vero amore se sbaglia lo perdoni.
E perdonare significa guardare dentro se stessi e ammettere che tanto tu senza quella persona non ci sai stare e che in fondo siamo esseri umani e oggi sbagli tu, ma domani potrei sbagliare io.
C'era una volta un amore...1
Per anni ho cercato la perfezione e solo ora capisco quanto invece sia meraviglioso innamorarsi di un essere totalmente imperfetto, perché in fondo Walt, il nostro caro Walt, mica ci dice come cucina il principe una volta sceso dal cavallo bianco.
Non ci dice Biancaneve come e quando sclera quando deve stirare, pulire il bagno e telefonare ai nani, uno per uno, per organizzare un brunch di lavoro.
Si ferma al cavallo, al bacio, all’inizio. Ma noi, che di principesse e di principi ne sappiamo qualcosa, possiamo dirglielo:
l’amore è imperfetto, imperscrutabile, colpisce quando ha voglia lui, azzera il tempo e le distanze e ci fa crescere, sognare, sperare!
E quindi sapete che vi dico?
Che un mondo da fiaba possa esistere per ognuna di noi, anche per brevi attimi.
immagine di copertina @thebukkias
foto biancaneve @countryandcrafty
3
No tags 0 Comments 3

No Comments Yet.

What do you think?

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *