Arriva la Rondine, torna la Primavera anche al Carlo Felice!

by domenica, 18 marzo, 2018

Arriva la Rondine, torna la Primavera anche al Carlo Felice!

Mercoledì 21 marzo 2018 alle ore 20.30, andrà in scena, per la prima volta a Genova, la II° versione de La rondine, opera in tre atti di Giuseppe Adami su musica di Giacomo Puccini.

La rondine è andata in scena solo nell’anno di composizione (1917) a Genova quindi si può dire che va in scena per la prima volta.

E un titolo che non capita spesso ed è una bellezza che si scopre lavorandoci. È un’opera caratterizzata da un’alternanza di melodia, comicità e sentimenti, è un contraccolpo continuo. Un’opera per adulti e bambini.

 

La Rondine

 

Bella ed elegante, Magda de Civry è una protagonista della vita mondana della Parigi del Secondo Impero e ha un ricco protettore, Rambaldo. Ma una sera conosce Ruggero, giovane aristocratico di provincia, ed è subito amore. Magda, per paura che la sua fama di donna frivola allontani Ruggero, si
finge di umili origini (una grisette, una Mimì). Abbandona il lusso dei salotti parigini e si rifugia con l’amato in un angolo remoto della Costa Azzurra. Ma quando Ruggero ottiene dalla famiglia il permesso di sposarla, Magda non ha il coraggio di ingannarlo e gli rivela la verità sul proprio passato. E per non
costringerlo a un matrimonio sconveniente, lo lascia, pur soffrendone, tornando alla vita di prima.

Arriva la Rondine, torna la Primavera anche al Carlo Felice-1

I personaggi

L’ampio cast è composto dalla protagonista Elena Rossi che debutta nel ruolo e che si alternerà con Maria Teresa Leva (22,24).

Quello di Magda è un ruolo complesso perché è una donna che vuole vivere un sogno per scappare dalla propria realtà dove soldi e apparenza dominano. Una donna che ricorda una fuga di gioventù dove aveva incontrato un giovane e vuole rivivere questa esperienza incontrando Ruggero e fuggendo con lui dalla realtà. Purtroppo è un’illusione. Un ruolo difficile perché ha da interpretare tante emozioni, tanti colori. È un personaggio davvero molto profondo.

Arturo Chacón-Cruz e Roberto Iuliano (22,24) vestiranno i panni dell’amato Ruggero che invece è un personaggio che rappresenta la società come il popolo la vede, come in teoria dovrebbe essere. Si innamora di una ragazza buona ed è un ragazzo buono che vuole avere una famiglia e dei figli. Ma Puccini ci fa vedere che la vita ci trascina sempre dalla parte opposta. La vita non è come ce la immaginiamo o come noi la vorremmo. Puccini nella sua musica sapeva amare ma sapeva anche soffrire.

Rambaldo Stefano Antonucci – Sergio Bologna (22,24), è il baritono dell’opera. Parte piccola ma dal carattere importante per la storia poiché è il regista della situazione. Ha pochi interventi ma efficaci sulle reazioni di Magda. Canto dialogato tipico di quell’epoca che si distingue per la sua drammaticità e riflessione.

Prunier sarà interpretato da Marius Brenciu – Alessandro Fantoni (24), Lisette sarà Giuliana Gianfaldoni – Francesca Tassinari (22,24),

Périchaud Giuseppe De Luca, Gobin Didier Pieri, Crébillon Davide Mura, Yvette/Georgette Francesca Benitez, Bianca/Gabriella Marta Leung, Suzy/Lolette Marina Ogii.

Un maggiordomo Roberto Conti – Loris Purpura (23,24,25), Un cantore Francesca Benitez, Mimi e danzatori Deos.

La Musica

Arriva la Rondine, torna la Primavera anche al Carlo Felice-4

La musica è travolgente e passionale. È una musica che ha tutto. La Rondine e un’opera molto difficile da dirigere, da interpretare e da cantare.

Scandita dal ritmo del valzer, come un’operetta, dai balli americani allora di moda (fox-trot, one-step), come un musical, e con un profumo sonoro “francese” degno di Ravel.

Scene e costumi

La regia di Giorgio Gallione utilizza parte delle stesse scene disegnate da Guido Fiorato per Traviata, che firma anche i nuovi costumi, a sottolineare il gioco di specchi tra la trama de La rodine e quella del capolavoro verdiano. L’allestimento è dittico, ci sono dei denominatori comuni sui personaggi femminili e Parigi. La teatralità di Verdi però è differente da quella di Puccini.

La scatola scenica è comune ma viene declinata in maniera differente.

Le luci sono state realizzate da Luciano Novelli e le coreografie sono di Giovanni Di Cicco.

 

Arriva la Rondine, torna la Primavera anche al Carlo Felice-3

“ La rondine ”
Al Teatro Carlo Felice dal 21 al 25 marzo 2018

 

Foto di: Marcello Orselli

Post scritto in collaborazione con il Teatro Carlo Felice di Genova

0
No tags 0 Comments 0

No Comments Yet.

What do you think?

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *